Log In

Help Us









F.I.S.A. FVG Progetto di sorveglianza balneare volontaria FERRAGOSTO IN SICUREZZA



La cronaca della provincia di Udine è stata tristemente segnata da eventi legati a morti in acqua in ambiente non sorvegliato, ultima in scala temporale quelle avvenute nel lago di Cornino, dove due ragazzi hanno perso la vita.

Precedentemente a questa notizia ho letto questo articolo in relazione ad altre due morti avvenute nel fiume Cornappo e nel fiume Isonzo. L’articolo lo trovate qui:

http://messaggeroveneto.gelocal.it/cronaca/2011/06/29/news/gli-esperti-disgrazie-evitabili-con-un-po-di-attenzione-1.707601

Ora, senza commentare l’intero articolo passo passo che nel complesso ritengo pura demagogia, privo di sostanza,  per quanto riguarda gli interventi di uno degli esperti  e sul suo penoso consiglio finale “Farsi un corso per avere minimo di autonomia in acqua”.

Al di là dello speculare sulla morte delle persone per fare propaganda sui corsi, ritengo che i problemi siano altri, ovvero la mancata sorveglianza delle zone interessate da balneazione.

Non si pretende di avere un Assistente Bagnanti ogni 60 m in tutti gli specchi d’acqua, ma credo che nelle zone in cui c’è balneazione (in ogni comune c’è un pozzo, un fiume o un lago dove c’è il divieto di balneazione ma puntualmente è pieno di gente) il Comune non possa LAVARSI LA COSCIENZA affiggendo il cartello “DIVIETO DI BALNEAZIONE”.

Da tutte queste considerazioni è nato il progetto “Ferragosto in Sicurezza” , che prevede, nel periodo dal 14 agosto al 21 agosto, la sorveglianza della spiaggia sulla sponda ovest del lago di Cavazzo e di due briglie sul torrente Palar.

La sorveglianza sarà fatta tutti i giorni dalle 14.00 alle 19.00 e impegnerà tre squadre per un totale di 7 assistenti bagnanti F.I.S.A.

Si tratterà di soccorritori professionisti che operano nel settore da anni e dei mezzi forniti dalla sua Scuola di Salvamento “Lifeguard Academy A.S.D.”

Il progetto prende vita grazie al patrocinio fornito dal Comune di Trasaghis, che premierà con un onorificenza i volontari in una cerimonia che si terrà sabato 27 agosto presso il Centro Servizi di Alesso in via della Libertà alle ore 18.00 circa, oltre alle onorificenze verranno consegnati i brevetti di salvamento F.I.S.A. del I° corso Murene.

Sono convito che le parole non bastano e ci vogliono FATTI CONCRETI.

Sarei lieto di approfondire l’argomento con chi lo ritiene interessante.

Delegato Regionale FVG F.I.S.A.
delle Provincie di Udine e Pordenone

Giovanni Ghersina

8 comments to F.I.S.A. FVG Progetto di sorveglianza balneare volontaria FERRAGOSTO IN SICUREZZA

  • Marco

    Concordo sulla bella iniziativa riguardo a queste operazioni per accrescere la sicurezza in acqua. Tuttavia invito gli organizzatori a concentrarsi sulle loro iniziative, senza denigrare l’operato altrui per darsi credito. La cultura della sicurezza in acqua è prima di tutto informazione e formazione a tutti i livelli. Operiamo tutti per lo stesso fine comune, indipendentemente dal colore della maglia, sarebbe auspicabile poter lavorare e, perchè no, collaborare, in un clima diverso.

  • Ci piace molto quello che dici sulle collaborazioni.
    Questo sito con il suo blog indipendente dalle associazioni che brevettano, è stato creato proprio per la necessità di far crescere la nostra professione e questo si può fare solo con la sinergia di tutti.
    Vi invito quindi a scrivere su questo blog idee ed esperienze che portino all’obbiettivo comune di migliorare la nostra professione.

  • Concordo con Marco, ovviamente nessuno ha denigrato nessuno e, soprattutto, io non ho parlato di credito alla mia o chicchessia federazione, io parlo di sorveglianza balneare la dove non c’è pur essendoci balneazione. Chiaro?

  • Marco

    Ringrazio per la puntualizzazione, ma da quanto si evince dall’articolo dire che sia “demagogia” e un “penoso consiglio” invitare le persone ad imparare a nuotare per aumentare la loro stessa sicurezza, appare un attacco gratuito e insensato.
    Se questo non voleva essere, mi auguro che in futuro si farà maggiore attenzione ai termini con cui si parla dell’operato di altri. Il rispetto reciproco deve essere alla base di una sinergia per un fine comune! Un sincero in bocca al lupo per la Vs. iniziativa!

  • Ok… Allora non ti è chiaro. Prova a vedere il discorso della S.S.A.S. Ma poi quale operato ho attaccato?!? Una persona ha dato un consiglio che io ritengo “demagogico e penoso”. Posso esprimermi o no? Mica giudico la persona! Scherzi? Ho anche motivato e non ho offeso nessuno.
    C’è qualcuno che voglia parlare di cose inerenti al salvamento e all’iniziativa o dobbiamo fare una Treccani di spiegazioni su un commento?

    GG

  • Marco

    Tutti possono esprimere dei pareri, l’importante è rimanere nel rispetto delle opinioni altrui. Questo non è avvenuto. In ogni caso non intendo continuare oltre questa discussione non certo inerente alla vs. iniziativa. Spero solo che sia passato il mio messaggio. Buon lavoro ragazzi!

  • Davide

    Io sn pronto…..anzi sn caricatissimo……… fiero di far parte della f.i.s.a. e della squadra….ferragosto a cavazzo una bellissima iniziativa,pensiamo solo a far bene il nostro dovere……forza ragazzi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.